selected

Libreria

prezzo

300 € 5200 € Applica

selected

Libreria

Sezione Selected Libri con il meglio della nostra libreria online.

ordina per

SELECTED
Storia naturale di Buffon classificata giusta il sistema di Linneo da Renato Riccardo Castel proseguita da altri Ch. Scrittori e ridotta a completa Storia di tutti e tre i Regni della Natura. Prima traduzione italiana. 90 volumi
SCIBIO1000211

Storia naturale di Buffon classificata giusta il sistema di Linneo da Renato Riccardo Castel proseguita da altri Ch. Scrittori e ridotta a completa Storia di tutti e tre i Regni della Natura. Prima traduzione italiana. 90 volumi

Georges-Louis Leclerc conte di Buffon, aa.vv.
Torchi del Majno

SCIBIO1000211

Storia naturale di Buffon classificata giusta il sistema di Linneo da Renato Riccardo Castel proseguita da altri Ch. Scrittori e ridotta a completa Storia di tutti e tre i Regni della Natura. Prima traduzione italiana. 90 volumi

Georges-Louis Leclerc conte di Buffon, aa.vv.
Torchi del Majno

Importante edizione italiana dell'opera di Buffon, completata e rivista alla luce delle successive scoperte e catalogazioni, come esplicitato nel Manifesto del Sig. Gio. Battista Missiaglia di Venezia in appendice al vol. 71. La Storia Naturale del Buffon fu pubblicata tra il 1749 e il 1789 e divenne subito un riferimento assoluto negli studi di storia naturale. L'opera del Buffon è nella nostra edizione tradotta e aggiornata nei primi 36 volumi che comprendono la Teoria della Terra (vol.1), preceduto dall'Elogio del Conte di Buffon scritto da Condorcet, le Epoche della Natura (vol.2), i Discorsi generali sulla Storia Naturale (voll.3-4), i Quadrupedi (voll. 5-11), gli Uccelli (voll.12-27), le Aggiunte alla Storia naturale de' Quadrupedi e degli Uccelli (voll.28-30) , gli Indici generali dei Quadrupedi es Uccelli (vol.31) e la Storia naturale dei Minerali contenente la lor Descrizione, quella del lor giacimento, la Teoria della lor formazione, le relazioni che hanno colla Geologia e Storia della Terra, l'esposizione delle loro proprietà, e dei loro usi, la loro analisi chimica, ec. (voll.32-36), indicata all'occhietto come “Storia Naturale di Buffon alla quale sono state aggiunte le osservazioni e le scoperte dei più celebri naturalisti moderni intorno alla Mineralogia”. I voll.37-90 contengono la Continuazione della Storia naturale del Buffon divisa per argomenti: Storia naturale de' Pesci di Bloch colle figure disegnate al naturale Opera classificata per Ordini, Generi, e Specie giusta il Sistema di Linneo coi caratteri generici da Renato Riccardo Castel (voll.37-47), Storia naturale de' rettili con figure disegnate al naturale del C.S. Sonnini e del P.A. Latreille (voll.48-52), Storia naturale degli Insetti, ricavata dalle Opere migliori intorno ai medesimi, e da quelle specialmente di Linneo Fabricius Reaumur Geoffroy Degeer e Roesel; redatta giusta il metodo di Olivier, con Note, molte nuove Osservazioni e con disegni tratti dal naturale dal Sig. F.M.G.T. De Tigny (voll.53-63), Storia naturale dei Crostacei contenente la loro descrizione e abitudini con disegni tratti dal naturale di L.A.G. Bosc (voll.64-65), Storia naturale delle Conchiglie contenente la loro descrizione, le abitudini degli animali che rinchiudono, e loro usi, con disegni tratti dal naturale di L.A.G. Bosc (voll.66-70), Storia naturale dei Vermi contenente la loro descrizione e le loro abitudini con disegni tratti dal naturale di L.A.G. Bosc (voll.71-73), Storia naturale de' Vegetabilj Classificata per famiglie, con la citazione della Classe e dell'ordine di Linneo, e l'indicazione dell'uso che si può far delle piante, nelle Arti, nel Commercio, nell'Agricoltura, nei Giardinaggi, nella Medicina, ecc.; con disegni tratti dal naturale, e un Genera completo, secondo il Sistema Linneano, con de' rinvii alle famiglie naturali di A. L. de Jussieu, da G.B. Lamarck e da B. Mirbel (voll.74-90). L'opera è splendidamente illustrata da 783 tavole f.t. (sulle 786 indicate negli indici), disegnate da Jacques Eustache Deseve ed incise da Maurizio De Magistris e Guglielmo Silvestri. Bel ritratto del Buffon in antiporta al primo volume.

900,00€

Nel Carrello
SELECTED
Ex Plauti Comoediis XX Quarum carmina magna ex parte in mensum suum restituta sunt M.D.XXII. Index verborum, quib. paulo abstrusiorib. Plautus utitur. Argumenta singularum Comoediarum. Authoris vita. Tralatio dictionum graecarum
NARCLA1000150

Ex Plauti Comoediis XX Quarum carmina magna ex parte in mensum suum restituta sunt M.D.XXII. Index verborum, quib. paulo abstrusiorib. Plautus utitur. Argumenta singularum Comoediarum. Authoris vita. Tralatio dictionum graecarum

Titus Maccius Plautus
In Aedibus Aldi, et Andreae Asulani soceri

NARCLA1000150

Ex Plauti Comoediis XX Quarum carmina magna ex parte in mensum suum restituta sunt M.D.XXII. Index verborum, quib. paulo abstrusiorib. Plautus utitur. Argumenta singularum Comoediarum. Authoris vita. Tralatio dictionum graecarum

Titus Maccius Plautus
In Aedibus Aldi, et Andreae Asulani soceri

Al frontespizio e al verso dell'ultima carta marca editoriale (ancora aldina). Alla giustificazione all'ultima carta, Venetiis in Aedibus Aldi, et Andreae Asulani soceri, mense iulio. M.D.XXII. Prima ed unica edizione delle commedie di Plauto pubblicata nella stamperia di Aldo Manuzio. Nella Epistola dedicatoria di Gian Francesco Asolano, curatore dell'edizione, a Nicolaus von Schonberg,vescovo di Capua, la lezione del testo delle commedie è attribuita al lavoro di Aldo Manuzio con la collaborazione di Erasmo ("Quanta diligentia fieri potuit Aldus noster et Erasmus Roterodamus illas (comoedias) olim castigarunt quorum exemplar nos librariis nostris, proponentes has XX deseribendas curavimus"). Le Bacchides non sono comprese tra le commedie plautine perché ritenute spurie. Nelle carte preliminari: Index verborum, Argumenta singularum Comoediarum e Plauti vita ex Petro Crinito de poetis latinis.

2.000,00€

Nel Carrello
SELECTED
Spirito delle Leggi del Signore di Montesquieu con le note dell'Abate Antonio Genovesi
FILMOD1000370

Spirito delle Leggi del Signore di Montesquieu con le note dell'Abate Antonio Genovesi

Charles-Louis de Secondat, barone di Montesquieu
Domenico Terres

FILMOD1000370

Spirito delle Leggi del Signore di Montesquieu con le note dell'Abate Antonio Genovesi

Charles-Louis de Secondat, barone di Montesquieu
Domenico Terres

Al primo volume ritratto dell'Abate Genovesi e del Montesquieu; ai frontespizi bella marca editoriale incisa. Si tratta della prima edizione italiana completa di quest'opera (che vide la sua prima edizione originale nel 1748) dopo un precedente tentativo di pubblicazione bloccato dalla censura nel 1750. Il testo dell'opera annotato dal Genovesi è preceduto nel primo volume da una Prefazione dell'Editore che si vanta di conservare "nel suo studio privato" l'originale delle note manoscritte dell'illustre commentatore; seguono l'Elogio del Sig. di Montesquieu posto in fronte al quinto volume dell'Enciclopedia dal Sig. D'Alembert, l'Elogio dello stesso Sig di Montesquieu letto nell'Assemblea dell'Accademia Reale delle Scienze di Berlino dal Sig. di Maupertuis, l'Analisi dello Spirito delle Leggi del Sig D'Alembert, il Discorso del Sig. Di Montesquieu nell'essere ammesso nell'Accademia Francese e la Prefazione dell'Autore. Nel quarto volume, al testo dello Spirito delle Leggi, fanno seguito una Difesa dello Spirito delle Leggi, un Ringraziamento sincero ad un Uomo Caritatevole attribuito a M. de Voltaire, il Lisimaco e un vastissimo Indice delle Materie.

750,00€

Nel Carrello
SELECTED
Antiquitates Italicae Medii Aevi, sive dissertationes de Moribus, Ritibus, Religione, Regimine, Magistratibus, Legibus, Studiis Literarum, Artibus, Lingua, Militia, Nummis, Principibus, Libertate, Servitute, Foederibus, aliisque faciem & mores Italici Populi referentibus post declinatione Rom. Imp. ad Annum usque MD. Omnia illustrantur, et confirmantur ingenti copia Diplomatum et chartarum veterum, nunc primum ex Archivis Italiae depromtarum, additis etiam nummis, chronicis, aliisque monumentis numquam antea editis
STOITA1000770

Antiquitates Italicae Medii Aevi, sive dissertationes de Moribus, Ritibus, Religione, Regimine, Magistratibus, Legibus, Studiis Literarum, Artibus, Lingua, Militia, Nummis, Principibus, Libertate, Servitute, Foederibus, aliisque faciem & mores Italici Populi referentibus post declinatione Rom. Imp. ad Annum usque MD. Omnia illustrantur, et confirmantur ingenti copia Diplomatum et chartarum veterum, nunc primum ex Archivis Italiae depromtarum, additis etiam nummis, chronicis, aliisque monumentis numquam antea editis

Ludovico Antonio Muratori
Ex Typographia Societatis Palatinae

STOITA1000770

Antiquitates Italicae Medii Aevi, sive dissertationes de Moribus, Ritibus, Religione, Regimine, Magistratibus, Legibus, Studiis Literarum, Artibus, Lingua, Militia, Nummis, Principibus, Libertate, Servitute, Foederibus, aliisque faciem & mores Italici Populi referentibus post declinatione Rom. Imp. ad Annum usque MD. Omnia illustrantur, et confirmantur ingenti copia Diplomatum et chartarum veterum, nunc primum ex Archivis Italiae depromtarum, additis etiam nummis, chronicis, aliisque monumentis numquam antea editis

Ludovico Antonio Muratori
Ex Typographia Societatis Palatinae

In ogni volume grande incisione in antiporta disegnata da F. Zugni e incisa da F. Zucchi, frontespizio in rosso e nero con vignetta e alla prima carta di testo belle vignette e grandi iniziali figurate incise sempre dallo Zucchi; al tomo III tavola incisa f.t. ripiegata tra Lll2 e Lll3. Numerosissime piccole xilografie n.t. raffiguranti sigilli, monogrammi, medaglie, monete; particolarmente numerose le xilografie nel tomo II relative alla dissertazione sulle monete e il diritto di conio. PRIMA EDIZIONE, dedicata a Federico Augusto III di Polonia, di questa monumentale opera in cui il Muratori volle esporre la storia, i costumi e riti dell'Italia dalla caduta dell'Impero Romano al 1500, a partire da un'immensa opera di raccolta di documenti e testimonianze. A tale scopo la materia è divisa in 75 dissertazioni che discutono l'organizzazione gerarchica e politica del mondo feudale (I-X), la sua articolazione sociale (XI-XVI) ed economica (XVII-XIX), lo statuto giuridico della donna, arti, abbigliamenti, moneta, tribunali (XX-XXXI), duelli e giudizi di Dio (XXXVIII-XXXIX), ospedali (XXXVII), contratti agrari e enfiteusi (XXXVI); la cultura (XLIII-XLIV), l'origine delle lingue romanze (XXXII-XXXIII), la poesia volgare (XL), i nomi (XLI-XLII); il Comune, le sue origini, istituzioni, la trasformazione in signorie (XLV-LVI), le lotte tra guelfi e ghibellini (LI); infine culti dei santi, superstizioni, reliquie (LVIII-LIX), le eresie (LX), le istituzioni ecclesiastiche (LXI-LXV), la loro crisi (LXXI-LXXII), le rendite (LXVII-LXX), i benefici (LXXIII), le parrocchie e le confraternite laicali (LXXIV-LXXV).

1.600,00€

Nel Carrello
SELECTED
Platone in Italia
NARCIT1000136

Platone in Italia

Vincenzo Cuoco
Gio. Pietro Giegler

NARCIT1000136

Platone in Italia

Vincenzo Cuoco
Gio. Pietro Giegler

Rara edizione con una pianta ripiegata dell'antica Taranto all'inizio del volume II. Romanzo epistolare, scritto dal Cuoco negli anni del suo esilio, iniziato nel 1803, vide la pubblicazione dei primi due volumi nel 1804 e del terzo nel 1806. Il Platone in Italia si presenta come un romanzo epistolare che l'A. finge di aver tradotto dal greco da un manoscritto originale rinvenuto ad Eraclea nel 1774: la finzione di tale ritrovamento rappresenta quasi un topos letterario, che senz'altro influenzerà anche la scrittura manzoniana. Opera di carattere più filosofico che letterario, con un genuino intento allegorico (dietro l'elogio della supremazia pitagorica si celerebbe quello della supremazia culturale italica del Settecento rispetto alla Francia e all'Europa) , ha il suo leit motiv nel mito arcaico e dunque ancora più autentico di un'Italia “pitagorica”, culla della sapienza più genuina e della scienza più valida, al fine di celebrare l'Italia come ancestrale luogo della saggezza e della sapienza, rendendo la parte magnogreca della Penisola maestra e non allieva della Grecia, come esplicita il discorso del filosofo Timeo. L'opera, dunque, racconta in forma epistolare il viaggio di Cleobolo, discepolo di Platone, che con lui visita la Magna Grecia, meravigliandosi della civiltà “italica” più antica di quella greca, perché luogo di una cultura antichissima e primigenia, dal valore comprovato nelle arti, nella scienza e nell'organizzazione politica. Alla fine del terzo volume, quattro brevi appendici: Filosofia italiana, "parti delle Italiane antichità che io credo ancora oscure", saggio di cronologia Italiana, "geografia fisica dell'Italia paragonata con la sua antichissima storia".

560,00€

Nel Carrello

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Ulteriori informazioni. OK