risultati ricerca

prezzo

150 € 18000 € Applica

artista

tecnica artistica

  • Arazzo [2]
  • Decoro su tessuto [1]
  • Disegno [25]
  • Pittura [262]
  • Ricamo [1]
  • Scultura-Volume [11]
  • Stampa [15]
  • Stampa Multiplo [6]
  • Tecnica Mista [10]

dimensioni


22 cm 260 cm

17 cm 393 cm

0 cm 550 cm

13 cm 34 cm
Applica

risultati ricerca

ordina per

Allegoria dell'Amore
SELECTED
SELECTED
ARARPI0097148

Allegoria dell'Amore

ARARPI0097148

Allegoria dell'Amore

Olio su tela. Scuola nord-europea. Si tratta di una divertente scena allegorica dell'amore profano, che vuole dimostrare come tutte le persone, di qualunque ceto sociale e di tutte le età, possono cadere nella trappola dell'innamoramento. Lo sfondo della tela è occupato da una enorme nassa, la rete a canestro usata in alcuni tipi di pesca, sopra l'imbocco della quale siede un putto violinista, intento a suonare; la nassa è affollata di coppie, mentre una sfilata di altre cammina davanti ad essa per raggiungerne l'entrata. Tra di esse vi sono coppie di anziani e di giovani, coppie di ricchi e di poveri, nobili, borghesi e proletari: tutti hanno espressioni liete e leggere, si lanciano sguardi innamorati o guardano benevolmente alla felicità degli altri. All''interno della nassa è presente addirittura una coppia di reali, che corrispondono per fattezze e abbigliamento all'elettore palatino della Renania, Giovanni Guglielmo del Palatinato-Neuburg e alla seconda moglie Anna Maria Luisa de'Medici. Al retro del dipinto è presente un'etichetta che riporta una storica attribuzione a Jan Frans Douven (1656-1727): l'artista olandese che dal 1682 si trasferì a Düsseldorf come pittore ufficiale alla corte dell'elettore palatino della Renania, realizzando soprattutto scene della vita quotidiana del principe e della sua seconda moglie. L'etichetta confermerebbe quindi l'ambito di attribuzione ad artista del XVII-XVIII secolo del nord-Europa. Il dipinto proviene da collezione storica milanese. Presenta tracce di restauri e un rattoppo. In cornice in stile.

Telefona

Trattativa in sede

Telefona
Vittorio Raineri Ambito di
novità
ARAROT0111960

Vittorio Raineri Ambito di

Paesaggio con Volatili e Cacciagione

ARAROT0111960

Vittorio Raineri Ambito di

Paesaggio con Volatili e Cacciagione

Tempera su tela. In un paesaggio di fantasia, su un fondo totalmente azzurro in cui inseriscono elementi vegetali intorno ad un ruscello, sono rappresentate varie specie ornitologiche, raffigurate nel loro muoversi naturale nella natura. L'interesse scientifico per lo studio delle specie animali crebbe nel corso della seconda metà del '700, culminando, in particolare per la ricerca ornitologica, nell'opera di Buffon "Historie naturelle des oiseaux" del 1770, che divenne poi nei decenni successivi punto di riferimento per la riproduzione in termini decorativi delle ambientazioni naturalistiche e contribuì ad amplificare in Europa l'interesse commerciale per le opere a chinoiserie. Nel panorama degli ornatisti che operarono in ambito lombardo e ligure tra Settecento e Ottocento si inseriscono anche Carlo Antonio e il figlio Vittorio Raineri, collocabili tra i grandi decoratori europei che seguirono il gusto del tempo per l'arredo esotico, declinandolo secondo la tradizione naturalistica lombarda. In particolare si distinsero per la capacità di sfrondare dagli eccessi le fantasticherie esotiche e creare uno scenario decorativo nel rispetto della trattazione ornitologica e naturalistica. La loro bottega ebbe ampio seguito e contribuì ad un'ampia produzione di tale genere decorativo. L'opera qui proposta, di grande dimensione, faceva probabilmente parte di una boiserie con decorazioni, ed è stata montata su un telaio ligure solo verso la metà del '900. E' presentata in cornice decorata, in stile.

Nel Carrello

4.200,00€

Nel Carrello

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Ulteriori informazioni. OK