selected

prezzo

300 € 35000 € Applica

dimensioni


6 cm 319 cm

9 cm 696 cm

4 cm 200 cm

19 cm 122 cm

39 cm 49 cm
Applica

selected

Nuova sezione Selected con il meglio del nostro catalogo di Antiquariato, Modernariato, Arte e Libri: pochi prodotti selezionati in costante aggiornamento.

Hai arredi o complementi simili da vendere? Contattaci!  Acquistiamo T  Acquistiamo Mail  Acquistiamo W 


 

ordina per

Caminiera Neoclassica
SELECTED
SELECTED
ANTSPE0000576

Caminiera Neoclassica

XVIII Secolo - 1700

ANTSPE0000576

Caminiera Neoclassica

XVIII Secolo - 1700

Specchiera da appoggio o caminiera, riccamente e finemente intagliata in legno di tiglio e dorata. La cornice rettangolare, quella principale, è realizzata con una cornice sgorbiata con motivo a nastro sul retro e a perline all'interno, sopra la sgorbiatura è alloggiato un intreccio, intagliato a tutto tondo, tra un nastro ed una ghirlanda floreale, motivo delicato quasi a ricamo. Nella parte alta della cornice è posto un medaglione, che racchiude in un serto di quercia il profilo di una Diana; da un nastro legato partono due festoni floreali che si raccordano a due galle poste sugli spigoli della cornice. Da qui scendono, con insolita invenzione due grandi festoni a doppio ordine intagliati con abbondanza di foglie e fiori tra cui abbondano le rose; su questi si appoggiano due rosoni con due vasi brucia profumi con fiamma. Queste due cornici laterali sono sagomate come due ali che poggiano su due leoni; i leoni sono intagliati alloggiati in una culla fogliacea e poggiano sdraiati e placidi con una sfera tra le zampe. La curva di appoggio dei leoni ci indica un alloggio in una boiserie e non nei due basamenti dorati ottocenteschi che ora l'accompagnano. Gli specchi sono al mercurio, la doratura a foglia con giochi di chiaro scuro resi con lucidi e opachi, l'effetto è accentuato nel medaglione con la lavorazione a bulinatura che rende ruvida e maggiormente opaca la superficie di fondo. I legni utilizzati sono il Tiglio per la parte costruttiva ed intagliata, l'abete per i fondi che proteggono gli specchi al mercurio.

Telefona

Trattativa in sede

Telefona
Giovanni Maria Delle Piane detto il Mulinaretto
SELECTED
SELECTED
ARTPIT0001472

Giovanni Maria Delle Piane detto il Mulinaretto

Ritratto di Nobildonna

ARTPIT0001472

Giovanni Maria Delle Piane detto il Mulinaretto

Ritratto di Nobildonna

Olio su tela. Il ritratto a mezzobusto raffigura una gentildonna di famiglia nobile, come si desume dal ricco ed elegante abbigliamento ma soprattutto dalla medaglia che è ben messa in evidenza esattamente al centro dell'opera. La medaglia è quella dell'Ordine della Croce stellata, ordine cavalleresco femminile istituito dall'imperatrice Eleonora Gonzaga, vedova dell'imperatore Ferdinando III, e confermato da Clemente IX con bolla papale nel 1668, conferito solo a donne nobili. Nato a Genova ma formatosi artisticamente a Roma, il Delle Piane rivelò sin da giovane un'inclinazione per la ritrattistica. Assimilando la moda del ritratto alla francese (in particolare riferendosi alla produzione di Hiacynthe Rigaud e di Laguillère) e grazie alla sua capacità di cogliere le necessità celebrative del tempo, di adeguarsi alle nuove tendenze, di assecondare le smanie autocelebrative dei ricchi e potenti committenti, il Delle Piane portò nella pittura genovese una innovazione stilistica, caratterizzata dalla ricercatezza dei particolari e dalla mondanità delle figure, vestendo "quelle sue figure con drappi maestosi ed eleganti", cogliendole in "certe nuove, e spiritose movenze" . Dal 1707 divenne pittore di corte dei Farnese a Parma: nella sua produzione ritrattistica rientrano diversi loro ritratti, nonchè di altri importanti nobili e titolati, soprattutto genovesi e parmensi. L'opera del Delle Piane, attivo per oltre sessant'anni, fu estremamente ricca. Seppure cimentatosi anche in un'interessante produzione religiosa, di cui peraltro rimane molto poco, viene ricordato soprattutto per la produzione di ritratti: ve ne sono moltissimi, a lui attribuiti, in numerose case private. L'eleganza, l'ostentazione, il contrasto tra la posa severa e il gesto civettuolo, rientrano pienamente nelle caratteristiche interpretative del Delle Piane. Nel ritratto proposto L'eleganza, l'ostentazione, il contrasto tra la posa severa e il gesto civettuolo della mano che trattiene il manto,, rientrano pienamente nelle caratteristiche interpretative del Delle Piane. Il dipinto è presentato in cornice coeva a medaglione, argentata a mecca, sormontata da decoro intagliato a nastro annodato.

Telefona

Trattativa in sede

Telefona

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Ulteriori informazioni. OK