Camera attribuibile a E. Quarti

Codice:  BOTARR0000540

non disponibile

Camera attribuibile a E. Quarti

Codice:  BOTARR0000540

non disponibile
Eugenio Quarti, il principe degli ebanisti
Leggi tutto
Dettagli Prodotto

Stile:  Liberty (1890-1920)

Epoca:  XX Secolo - 1900

Anno:  1910 ca.

Origine:  Italia

Essenza principale:  Bois de Rose Mogano Noce

Materiale:  Impiallacciatura d'Acero , Impiallacciatura di Bois de Rose , Ottone

Descrizione:
L'arredo, dalla linea leggermente mossa, presenta una struttura architettonica a membrature di curve sinuose a personalizzare il fronte, i cassetti e le ante. Raffinate pannellature ad arco rampante caratterizzano le ante ed i cassetti in un continuum stilistico arricchito da sottili filettaure in ottone, intarsi floreali in mogano ed applicazioni di lacche nei toni dell'azzurro sia tonde che trilobate. Impiallacciato in palissandro rio su tutta la superficie, presenta elegante maniglieria in ottone. Cassetti in noce sagomati negli spigoli. Interni impiallacciati in acero occhiolinato con cornicette in mogano a richiamo della sagomatura dei pannelli principali. Arredo composta da grande armadio a otto cassetti e vano a giorno con specchio. Coppia di ante delle quali la centrale con specchio bisellato. Letto singolo sagomato, coppia di comodini con alzatina e pianetto in marmo incassato. Cassettone con alzata a specchiera, due ante sul fronte con cassettini interni e pianetto di marmo incastonato.

Condizione prodotto:
Prodotto in buone condizioni, presenta piccoli segni di usura.

Informazioni aggiuntive

Liberty (1890-1920):
Periodo storico stilistico formatosi dalla fine dell'800 (1890 ca.) successivamente allo stile Umbertino e protratto sino alla prima guerra mondiale. La corrente si caratterizzava per l'influenza floreale e le linee morbide e ricurve, tipico esempio sono i "colpi di frusta". I primi segni di questa nuova epoca vennero da architetti come Hector Guimard (1867-1942) che realizzò numerosi edifici ed alberghi, oltre alle famose pensiline del metrò Parigino in pieno stile Art-Nouveau ma anche da persone come Arthur Mackmurdo design di mobili e Arthur Liberty industriale e commerciante londinese di fine '800 che iniziò a produrre stoffe per arredamento con motivi floreali dalle forme morbide e sinuose. L'esposizione universale di Parigi del 1900 nella quale vennero presentati nuovi oggetti dalle linee morbide, gentili e floreali fu un punto importante per lo sviluppo e l'affermazione del Liberty nel decennio a seguire. Il Liberty venne chiamato in modi diversi a secondo della nazione, universalmente conosciuto come Art-Nouveau ma anche come Jugendstil in Germania, Secessionista in Austria, Art and Craft in America e Gran Bretagna, Modernismo in Spagna e si pensa che proprio da Arthur Liberty ne derivi il nome dato in Italia a questa bella corrente stilistica. Il nome Art-Nouveau invece si pensa possa derivare da un negozio sito in Parigi che si chiamava Maison de l'Art Nouveau che iniziò a sfoggiare nelle proprie vetrine oggetti di arredamento dal nuovo ed innovativo design. Con la fine della prima guerra mondiale terminò il periodo naturalistico del Liberty e fece capolino, con linee più rigide e geometriche, lo stile Art-Decò.

Proposte alternative

Potrebbe interessarti anche

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Ulteriori informazioni. OK