prezzo

220 € 7530 € Applica

soggetto

dimensioni


18 cm 122 cm

25 cm 145 cm

2 cm 9 cm
Applica

ordina per

Dipinto con Paesaggio  firmato Giovanni Balansino
ARARNO0197927
Dipinto con Paesaggio firmato Giovanni Balansino

ARARNO0197927
Dipinto con Paesaggio firmato Giovanni Balansino

Olio su faesite. Firmato in basso a destra. Al retro ulteriore firma, la data e il titolo. Giovanni Balansino, piemontese d'origine ma lombardo d'adozione, scelse di raffigurare con la sua pittura fatta di pennellate ampie e nervose, il suo amore per entrambe le terre, dedicando ad esse gran parte della sua produzione, nella quale rientra questo scorcio di un paese della piana lombarda. In cornice.

Nel Carrello

280,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Dipinto di Giovanni Balansino
ARARNO0202278
Dipinto di Giovanni Balansino

Strada a Cervasca 1981

ARARNO0202278
Dipinto di Giovanni Balansino

Strada a Cervasca 1981

Olio su faesite. Firmato in basso a destra. Al retro ulteriore firma, data e il titolo. Giovanni Balansino, piemontese d'origine ma lombardo d'adozione, scelse di raffigurare con la sua pittura fatta di pennellate ampie e nervose, il suo amore per entrambe le terre, dedicando ad esse gran parte della sua produzione. Nel dipinto proposto, Giovanni Balansino presenta lo scorcio di una via di campagna in prossimità di un paesino che identifica in Cervasca, piccolo comune montano del cuneese, animato da due figurine appena abbozzate che si confondono nell'ambiente naturale, per le sovrapposizioni dei colori stesi con pennellate rapide e dai contorni indefiniti. L'opera è presentata in cornice.

Nel Carrello

260,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Dipinto Paesaggio di Raoul Viviani
ARARNO0214632
Dipinto Paesaggio di Raoul Viviani

Il viottolo di San Rocco (Camogli)

ARARNO0214632
Dipinto Paesaggio di Raoul Viviani

Il viottolo di San Rocco (Camogli)

Olio su cartone. Firmato in basso a sinistra. Al retro presente titolo a matita. Originalissimo paesaggista che si cimentò nella pittura ad olio ma anche nell'acquarello e nell' incisione, Raul Viviani si avvicinò molto alla pittura divisionista sviluppando però una sua tecnica personale, caratterizzata da sottilissimi filamenti di colore dalla forma di sottili virgole, che definiscono le strutture dei suoi paesaggi. Con il suo trasferimento in Liguria, che rese il paesaggio di tale regione protagonista delle sue opere, la sua tecnica mutò, allontanandosi dall'originale divisionismo per aprirsi ad una pennellata ampia e sommaria, che sfociò infine nell'ultimo periodo in una produzione di nature morte dai colori violenti e contrastanti. Nel periodo ligure si può collocare anche questo paesaggio, che propone uno scorcio di una nota località ligure, reso ancora nello stile caratteristico del Viviani, fatto di pennellate a sottili filamenti, sovrapposte a macchie di colore vivace, nelle gamme cromatiche dei colori della natura. In cornice.

Nel Carrello

440,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Alfonso Corradi
ARARNO0141443
Alfonso Corradi

Ricovero del Tridente 1916

ARARNO0141443
Alfonso Corradi

Ricovero del Tridente 1916

Olio su cartone. Firmato in basso a destra. Al retro presente il nome con il titolo, che ubica il piccolo scorcio in Macedonia nel 1916, durante la I guerra mondiale. Alfonso Corradi, nato in Emilia ma formatosi e vissuto poi a Milano, fu studente di ornato all'Accademia di Brera e per alcuni anni si dedicò anche alla scenografia. Si specializzò nel paesaggio e intraprese una carriera espositiva concentrata soprattutto a Milano. Il soggetto qui proposto, benchè a carattere paesaggistico, rientra in una produzione rara di una serie di piccoli quadretti, quasi bozzetti, che riconduce alla prima guerra mondiale, in particolare alla spedizione militare di un corpo italiano in Macedonia nel 1916, inviata dal governo allo scopo di contrastare le forze austro-ungariche e bulgare nel corso della prima guerra mondiale e di controllare quel territorio. Non si ha peraltro ha documentazione della partecipazione diretta del pittore a tale campagna bellica. Il dipinto è in cornice.

Nel Carrello

460,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Dipinto con Paesaggio di Giovanni Balansino
ARARNO0197999
Dipinto con Paesaggio di Giovanni Balansino

L'Olona

ARARNO0197999
Dipinto con Paesaggio di Giovanni Balansino

L'Olona

Olio su faesite. Firmato in basso a destra. Al retro ulteriore firma e il titolo. Giovanni Balansino, piemontese d'origine ma lombardo d'adozione, scelse di raffigurare con la sua pittura fatta di pennellate ampie e nervose, il suo amore per entrambe le terre, dedicando ad esse gran parte della sua produzione. Nel dipinto proposto, Il Balansino presenta uno scorcio del fiume Olona, corso d'acqua interamente in Lombardia, nel suo scorrere attraverso le borgate della pianura lombarda. L'opera è presentata in cornice.

Nel Carrello

430,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Dipinto Paesaggio boschivo
ARARNO0235293
Dipinto Paesaggio boschivo

ARARNO0235293
Dipinto Paesaggio boschivo

Olio su tela. Firmato Bertolotti in basso a destra. E' proposto lo scorcio di un bosco, con piante rade ed alte e un sottobosco ricco di rocce ricoperte da un prato verde; attraverso gli alberi, si apre al centro uno squarcio, inondato di luce, che inquadra aspre cime montuose. Il dipinto, di forte impatto scenografico, è presentato in cornice coeva.

Nel Carrello

2.130,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Dipinto di Primo Carena
ARARNO0233209
Dipinto di Primo Carena

Alberi nella Nebbia, 1978

ARARNO0233209
Dipinto di Primo Carena

Alberi nella Nebbia, 1978

Olio su tela. Firmato e datato in basso a destra. Il dipinto, proveniente da collezione privata pavese, è pubblicato a pagina 73 della monografia di Simona Morani dedicata all'artista Primo Carena (edizioni Bolis), con la presentazione firmata dalla critica dell'arte Rossana Bossaglia. Il paesaggio lacustre ben esprime il sommesso intimismo associato al rigoroso realismo che caratterizzano la produzione pittorica del pittore pavese. Nei suoi paesaggi il Carena tende "a cogliere la realtà atmosferica dei luoghi senza indulgere a descrittivismi.... ma costantemente sorretto da una vena lirica, che è il motivo di fondo di tutta la sua produzione". L'opera è presentata in cornice in stile., è pubblicato a pagina 75 della monografia di Simona Morani dedicata all'artista Primo Carena (edizioni Bolis), con la presentazione firmata dalla critica dell'arte Rossana Bossaglia. Il paesaggio ben esprime il sommesso intimismo associato al rigoroso realismo che caratterizzano la produzione pittorica del pittore pavese. Nei suoi paesaggi il Carena tende "a cogliere la realtà atmosferica dei luoghi senza indulgere a descrittivismi.... ma costantemente sorretto da una vena lirica, che è il motivo di fondo di tutta la sua produzione". L'opera è presentata in cornice in stile.

Nel Carrello

220,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Dipinto di Primo Carena
ARARNO0233212
Dipinto di Primo Carena

Controluce collinare, 1960

ARARNO0233212
Dipinto di Primo Carena

Controluce collinare, 1960

Olio su cartone. Firmato e datato in basso a destra. Il dipinto, proveniente da collezione privata pavese, è pubblicato a pagina 70 della monografia di Simona Morani dedicata all'artista Primo Carena (edizioni Bolis), con la presentazione firmata dalla critica dell'arte Rossana Bossaglia. Al retro è presente timbro di partecipazione dell'opera a Mostra personale dell'artista presso il Castello Visconteo di Pavia nel 1992. Il paesaggio, un tratto di campagna con sfondo di colline, ben esprime il sommesso intimismo associato al rigoroso realismo che caratterizzano la produzione pittorica del pittore pavese. Nei suoi paesaggi il Carena tende "a cogliere la realtà atmosferica dei luoghi senza indulgere a descrittivismi.... ma costantemente sorretto da una vena lirica, che è il motivo di fondo di tutta la sua produzione". L'opera è presentata in cornice in stile.

Nel Carrello

240,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Dipinto di Cesare Maggi
ARARNO0211596
Dipinto di Cesare Maggi

Paesaggio con Scorcio Fluviale 1906

ARARNO0211596
Dipinto di Cesare Maggi

Paesaggio con Scorcio Fluviale 1906

Olio su tela. Firmato in basso a sinistra. L'artista di origine romana Cesare Maggi si affermò come paesaggista di stampo divisionista, ritraendo paesaggi alpini engadinesi e valdostani, spesso vivacizzati dall'inserimento di figure e animali. Diventato amico del pittore Giacomo Grosso a Torino nel 1901, si orientò poi con successo verso il genere del ritratto, accantonando la tecnica divisionista. Pur prediligendo ancora le vedute d'alta montagna, ampliò i propri soggetti impegnandosi anche nelle marine e nelle nature morte. In quest'opera, ancora del primo periodo, il Maggi ritrae uno scorcio di campagna attraversata da un calmo fiume, costeggiato da filari d'alberi spogli e da piccoli rilievi erbosi, dietro cui si affacciano i casolari: già non più legata alle dalle tecniche divisioniste, l'opera è caratterizzata piuttosto da impasti di colore densi e opachi, in cui si vanno a sovrapporre la terra, l'acqua i casolari in un continuum rotto solo dalla fascia del cielo sovrastante. L'opera è presentata in cornice in stile.

Nel Carrello

7.530,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Paesaggio firmato Zocchi
ARARNO0151908
Paesaggio firmato Zocchi

Paesaggio con Covone

ARARNO0151908
Paesaggio firmato Zocchi

Paesaggio con Covone

Olio su tavola. Firmato G. Zocchi in basso a destra. Si tratta probabilmente di opera tarda del pittore fiorentino Guglielmo Zocchi, più noto per le vivaci scene di genere di ambientazione greco-romana, che gli valsero grande successo soprattutto all'estero. Rara la produzione paesaggistica. Il dipinto è presentato in cornice coeva con mancanze.

Nel Carrello

380,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Dipinto di Henry Coleman
novità
ARAROT0241618
Dipinto di Henry Coleman

Incendio nella Campagna 1907

ARAROT0241618
Dipinto di Henry Coleman

Incendio nella Campagna 1907

Acquarello su carta. In basso a destra presente la firma , la data e la localizzazione Roma. L'artista romano, figlio di un pittore inglese, fu soprattutto un paesaggista della campagna romana, che dipinse prevalentemente ad acquarello. L'opera è presentata in cornice lignea coeva, con decori a festoni.

Nel Carrello

400,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Dipinto di Primo Carena
ARARNO0233213
Dipinto di Primo Carena

L'ora delle Messi, 1974

ARARNO0233213
Dipinto di Primo Carena

L'ora delle Messi, 1974

Olio su tela. Firmato e datato in basso a sinistra. Il dipinto, proveniente da collezione privata pavese, è pubblicato a pagina 74 della monografia di Simona Morani dedicata all'artista Primo Carena (edizioni Bolis), con la presentazione firmata dalla critica dell'arte Rossana Bossaglia. Il paesaggio collinare, ben esprime il sommesso intimismo associato al rigoroso realismo che caratterizzano la produzione pittorica del pittore pavese. Nei suoi paesaggi il Carena tende "a cogliere la realtà atmosferica dei luoghi senza indulgere a descrittivismi.... ma costantemente sorretto da una vena lirica, che è il motivo di fondo di tutta la sua produzione". L'opera è presentata in cornice in stile

Nel Carrello

240,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Dipinto ad Acquerello di Salomon Corrodi
ARAROT0209151
Dipinto ad Acquerello di Salomon Corrodi

Veduta con Rovine

ARAROT0209151
Dipinto ad Acquerello di Salomon Corrodi

Veduta con Rovine

Acquarello su carta. Firmato in basso a destra. Salomon Corrodi si affermò come vedutista, realizzando un'ampia produzione di scorci soprattutto della campagna romana, ma anche della costiera amalfitana, di Napoli , della Riviera ligure, che ebbe ampio successo in tutta Europa. Predilesse la tecnica dell'acquarello. Il dipinto presenta tracce di rotture, da restaurare. L'opera è presentata in cornice in stile.

Nel Carrello

1.240,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Dipinto con Trittico di Lorenzo Gignous
ARAROT0201770
Dipinto con Trittico di Lorenzo Gignous

ARAROT0201770
Dipinto con Trittico di Lorenzo Gignous

Olio su tavoletta. Firmati in basso a destra. Si tratta di tre piccoli dipinti proponenti scorci paesaggistici, realizzati nello stile naturalistico proprio di Lorenzo Gignous: i due laterali , di dimensioni 24 x 30 cm, propongono il soggetto più ricorrente nella produzione dell'artista lombardo, ovvero scorci del Lago Maggiore, animati da barche di pescatori; al centro un paesaggio più piccolo (18 x 25 cm) con un gruppo di alberi in campagna. I tre piccoli dipinti sono presentati in cornice unica coeva.

Nel Carrello

1.260,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Dipinto di Guido Cinotti
ARARNO0206750
Dipinto di Guido Cinotti

Paesaggio invernale

ARARNO0206750
Dipinto di Guido Cinotti

Paesaggio invernale

Pastelli su carta applicata a tela. Firmato in basso a sinistra. Il grande paesaggio è completamente dominato dal gioco di colore: diviso in due emicampi dati dal cielo e dalla terra (una landa montana ove spuntano sporadici abeti), vede prevalere sopra l'azzurro rosato del cielo, sotto l'azzurro verdastro della neve sul terreno, due sfumature della stessa gamma cromatica che si incontrano poi nello skyline delle montagne. Cinotti fu un paesaggista esponente del Divisionismo italiano, la cui pittura è caratterizzata da una stesura materica e pastosa con tocchi di colore spatolato. In cornice coeva.

Nel Carrello

1.560,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Paesaggio Notturno Olio su Tela del XIX Secolo
ARAROT0162688
Paesaggio Notturno Olio su Tela del XIX Secolo

ARAROT0162688
Paesaggio Notturno Olio su Tela del XIX Secolo

Olio su tela. Scuola nord-europea del XIX secolo. Il gusto romantico pervade questo paesaggio notturno, rischiarato dalla luce della luna piena, appena velata da sparse nuvole sottili; sul sentiero di campagna, che affianca il corso torrentizio di un fiume, si intravvedono due figure di viandanti, un bimbo per mano ad una donna. Il dipinto è presentato in cornice dorata di fin '800.

Nel Carrello

1.830,00€

2.550,00€

-30%
Spedizione: Gratis
Nel Carrello