prezzo

190 € 14060 € Applica

artista

tecnica artistica

  • Scultura-Volume [6]
  • Arazzo [1]
  • Fotografia [1]
  • Tecnica Mista [5]
  • Stampa Multiplo [3]
  • Vetrata [1]
  • Stampa [8]
  • Pittura [262]
  • Disegno [21]
  • Ricamo [2]

dimensioni


18 cm 253 cm

21 cm 393 cm

1 cm 15 cm
Applica

ordina per

Dipinto con Paesaggio  firmato Giovanni Balansino
ARARNO0197927
Dipinto con Paesaggio firmato Giovanni Balansino

ARARNO0197927
Dipinto con Paesaggio firmato Giovanni Balansino

Olio su faesite. Firmato in basso a destra. Al retro ulteriore firma, la data e il titolo. Giovanni Balansino, piemontese d'origine ma lombardo d'adozione, scelse di raffigurare con la sua pittura fatta di pennellate ampie e nervose, il suo amore per entrambe le terre, dedicando ad esse gran parte della sua produzione, nella quale rientra questo scorcio di un paese della piana lombarda. In cornice.

Nel Carrello

280,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Dipinto Giovane che accende la Pipa
ARARPI0229465
Dipinto Giovane che accende la Pipa

ARARPI0229465
Dipinto Giovane che accende la Pipa

Olio su tela. Il dipinto propone il ritratto a mezzo busto di un giovane uomo che, in deshabillé, sta accendendo la pipa attingendo il fuoco con un bastoncino dalla candela posata davanti a lui, sul tavolo ove è appoggiata anche una spada: forse si tratta di un giovane cavaliere in un momento di riposo. E' proprio la candela, unica fonte di luce della scena, a suggerire che l'artista guardasse alla produzione di Georges De La Tour (1593 -1652), il pittore francese di stampo caravaggesco che si affermò per le sue scene "notturne", caratterizzate da figure, solitamente gente di basso rango più che modelli storici o personaggi altolocati, illuminate dalla luce di una candela, a creare una speciale atmosfera di intimità. Il dipinto, restaurato e ritelato, è presentato in cornice in stile.

Nel Carrello

3.460,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Paesaggio con Sosta dei Cavalli
SELECTED
SELECTED
ARARPI0117714
Paesaggio con Sosta dei Cavalli

ARARPI0117714
Paesaggio con Sosta dei Cavalli

Olio su tela. La grande scena è ambientata all'entrata di un villaggio in prossimità di una sosta per i cavalli: numerosi cavalieri sono fermi con le loro bestie, a cui provvedono i servitori e i villani che riempiono di fieno la mangiatoia; uno dei servitori, sulla destra, fa abbeverare gli animali nel corso d'acqua che scorre lì vicino. Di sfondo, le case del villaggio disposte lungo il fiume, che a destra sfocia poi nel paesaggio collinare. Si tratta di un'opera realizzata con grande probabilità da un autore fiammingo operante in Lombardia. Alcuni richiami del vestiario e della costruzione indicano per certo la contaminazione nord-europea, mentre altri particolari indicano la localizzazione lombarda di realizzazione. Il dipinto proviene da una prestigiosa dimora storica di famiglia nobile lombarda. Ancora in prima tela, presenta nella fascia più bassa alcuni tagli. E' presentato in sottile cornice coeva.

Nel Carrello

12.200,00€

Nel Carrello
Dipinto di Giovanni Madonini
ARARNO0207817
Dipinto di Giovanni Madonini

Volto di Giovane Popolana

ARARNO0207817
Dipinto di Giovanni Madonini

Volto di Giovane Popolana

Olio su tela. Firmato in basso a sinistra. L'artista Giovanni Madonini fu ritrattista ma soprattutto di personaggi popolari, spesso raffigurati intenti a piccole attività e con colori accesi. Opera presentata in cornice.

Nel Carrello

240,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Dipinto con Daniele nella fossa dei Leoni
ARARPI0209156
Dipinto con Daniele nella fossa dei Leoni

ARARPI0209156
Dipinto con Daniele nella fossa dei Leoni

Olio su tela. L'episodio biblico raffigurato si riferisce alla storia di Daniele, il profeta alla corte di re Dario il Medo che, per aver pregato il suo Dio, venne condannato ad essere gettato nella fossa dei leoni. Ma Dio salvò Daniele, mandando un angelo a chiudere le fauci delle belve, e il re graziò Daniele facendo invece condannare chi lo aveva denunciato. Il soggetto è stato più volte raffigurato nell'arte, per il fascino legato alla storia ma anche per il suo sapore esotico per la presenza delle belve; in particolare si ricorda la versione di Rubens del 1615, ove il profeta è raffigurato, nudo nella fossa sottoterra, mentre prega ardentemente, circondato da una folla di leoni feroci. L'opera qui presentata propone invece una versione centrata sul dialogo tra il profeta e l'angelo, che si fronteggiano spiccando con i colori vividi delle loro vesti sullo sfondo scuro di una prigione; c'è un solo leone, accucciato mansuetamente ai piedi dell'angelo, e prevale quindi la dimensione spirituale e salvifica dell'evento biblico. Secondo il famoso storico dell'arte Maurizio Marini specialista nella pittura di Caravaggio e dell'arte barocca, che aveva avuto anni fa l' occasione di visionare il dipinto, l'opera potrebbe essere attribuibile ad Antonio Maria Vassallo (1620 -1664) per le scelte compositive e cromatiche. Il dipinto, restaurato e ritelato, è presentato con cornice listello.

Nel Carrello

4.040,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Dipinto Allegoria dei Piaceri
novità
ARARPI0237280
Dipinto Allegoria dei Piaceri

ARARPI0237280
Dipinto Allegoria dei Piaceri

Olio su tela. Scuola nord-europea del XVIII secolo. La scena allegorica presenta una donna discinta seduta sulle ginocchia di un uomo, presso un tavolo apparecchiato con una brocca, un calice, una tabacchiera ed un sigaro acceso. I due personaggi sono in atteggiamento di scherzosa complicità, intenti entrambi a fumare una lunga pipa. Lo sfondo propone un paesaggio frondoso. Le figure e gli oggetti rimandano ai piaceri materiali e carnali della vita, il fumo, il bere, la compagnia femminile; i personaggi rosei e pasciuti ricordano anche il piacere della buona tavola. Tali soggetti furono ricorrenti nella pittura fiamminga o più generalmente nordica, che li proponeva in chiave ironica e ammiccante. Il dipinto, restaurato e ritelato, è presentato in cornice in stile.

Nel Carrello

2.960,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Dipinto Ritratto maschile con Veste a Fiori
ARARPI0207610
Dipinto Ritratto maschile con Veste a Fiori

ARARPI0207610
Dipinto Ritratto maschile con Veste a Fiori

Olio su tela. Scuola italiana del XVIII secolo. Nel ritratto di questo gentiluomo spicca in particolare la veste da camera realizzata in un elegante tessuto fiorato, nelle tonalità del rosso mattone che richiama il colore della parrucca. Contrasta quasi la severità della posa e lo sguardo austero del personaggio, con l'eleganza quasi frivola del suo abbigliamento. Il dipinto, restaurato e ritelato, è presentato in cornice di inizio '900.

Nel Carrello

4.530,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Dipinto Coppia di Nature morte
novità
ARAROT0236632
Dipinto Coppia di Nature morte

ARAROT0236632
Dipinto Coppia di Nature morte

Olio su tela. Le due nature morte propongono delle composizioni di oggetti poggiati su tavoli lignei ricoperti di tessuti damascati e sormontati da tende a drappeggio. Tra gli oggetti raffigurati sono presenti in entrambe le scena degli spartiti musicali, in un caso anche un flauto, e dei calici di fogge particolari, ripieni di vini, affiancati da brocche in metallo sbalzato. Compaiono inoltre dei libri, un melograno e un vaso in cristallo con dei fiori in un quadro; un piatto di ciliege con coppetta in in ceramica, un limone e un ramo di lamponi nell'altra tela. Le due opere sono presentata in cornice dorate di inizio '900.

Nel Carrello

1.660,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Dipinto di Primo Carena
ARARNO0233208
Dipinto di Primo Carena

Filosofo

ARARNO0233208
Dipinto di Primo Carena

Filosofo

Olio su cartone. Firmato in basso a destra. Proveniente da collezione privata pavese. Il dipinto propone un soggetto più volte ripreso da Primo Carena, sia con gruppi di più personaggi inseriti in un paesaggio, sia con una figura solitaria come appare in questo dipinto, che appartiene alla produzione degli anni Cinquanta. L'uomo sulla spiaggia, nella posa seduto appoggiandosi con il gomito ad un capitello marmoreo, e nel drappo appoggiato alle gambe, richiama il personaggio anziano seduto in un'opera di De Chirico , il Saluto degli Argonauti, e sottende bene il richiamo alla pittura metafisica che il pittore pavese volle esprimere nei suoi dipinti di figura degli anni 50-60. L'opera è presentata in cornice.

Nel Carrello

200,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Charles Moody (1979)
ARTCON0000422
Charles Moody (1979)

Olio su compensato

ARTCON0000422
Charles Moody (1979)

Olio su compensato

Charles Moody (1979), olio su compensato. Firmato al retro. L'opera è stata esposta alla personale dell'artista "Borderland" presso la Galleria Corso Venezia Otto a Milano, come dimostra il cartiglio cartaceo al retro. Charles Moody si laurea nel 2003 all'Art Institute of Boston e, dopo tre anni vissuti a Milano, sceglie di vivere a New York. Nella sua arte l'attenzione è rivolta al processo (arte concettuale, process art) più che al contenuto dell'immagine ed è in questo scarto che la pittura si esprime al meglio. Un'arte che nasce dall'approvazione di immagini televisive (quasi mai cinematografiche) ed in particolare da popolari soap opera. Il lavoro di Moody va oltre l'immagine mediale di massa personalizzando la scelta su immagini particolari che, ai suoi occhi, offrono una potenzialità narrativa; sono immagini di transizione, momenti di passaggio tra una scena e l'altra. L'artista si serve di una manualità pittorica ad olio per riprodurre la bassa qualità dell'immagine televisiva esaltando l'effetto "blurring", di sfocatura. Ci troviamo di fronte ad una perdita della dimensione spaziale, in una temporalità confusa-diffusa-impalpabile in cui si fa fatica a riconoscere i confini (appunto "Borderland"). In queste distorsioni percettive, in cui il tempo si dilata si espande, ogni quadro rappresenta un "punto di indiscernibilità" all'interno del quale il riconoscimento dell'oggetto rappresentato passa in secondo piano. Il tempo di Moody non è né cronaca né storia ma sospensione. (Da "Charles Moody, Borderland", a cura di Gianni Romano, catalogo della mostra, CorsoVeneziaOtto, novembre-dicembre 2009)

Nel Carrello

190,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Danilo Martinis
ARARCO0152884
Danilo Martinis

Volto Femminile 2001

ARARCO0152884
Danilo Martinis

Volto Femminile 2001

Olio su tela. Datato e firmato al retro. Nato a Seregno, Danilo Martinis si è formato con Osvaldo Minotti. Pittore e designer, ha arredato residenze prestigiose in tutto il mondo, le sue opere sono particolarmente apprezzate negli Emirati Arabi e in Russia. Egli ama esprimere i suoi pensieri attraverso immagini grafico-figurative rese attraverso effetti geometrici e giochi cromatici, utilizzando come interpreti prevalentemente le figure femminili. In quest'opera propone un primo piano di un viso femminile, esaltandone l'espressività attraverso i giochi di colore nelle gamme del giallo.

Nel Carrello

410,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Gruppo di quattro Dipinti con Scene Pastorali
ARARPI0206743
Gruppo di quattro Dipinti con Scene Pastorali

ARARPI0206743
Gruppo di quattro Dipinti con Scene Pastorali

Olio su carta applicata a tela. Le quattro opere propongono soggetti pastorali, animati da pastori con i loro armenti e i loro fedeli cani, a volte a riposo sul ciglio della strada, in due scene affiancati anche da venditrici di frutta. Le opere sono ispirate (come anche da citazione al retro di una di esse) alla produzione di Francesco Londonio, l'artista milanese del '700 che si affermò per le scene agresti e pastorali, in un repertorio di gustosi fotogrammi della vita contadina. I quattro dipinti sono presentati in cornice dorate coeve, con piccole mancanze.

Nel Carrello

2.460,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Dipinto Con Diana al Bagno spiata da un Fauno
ARARPI0230855
Dipinto Con Diana al Bagno spiata da un Fauno

ARARPI0230855
Dipinto Con Diana al Bagno spiata da un Fauno

Olio su tela. Scuola francese del XVIII secolo. Il soggetto mitologico della dea Diana al bagno fu ampiamente diffuso nella pittura del XVIII secolo e, in particolare nell'area fiamminga, anche nel secolo precedente. Esso venne proposto in diverse varianti, con la dea da sola, o accompagnata da ninfe , o con Atteone; in questo caso la bella divinità, riconoscibile dalla faretra appesa al ramo d'albero e dal cane da caccia che la accompagna. si accinge a bagnarsi in uno specchio d'acqua mentre alle sue spalle un fauno malizioso la spia. Il corpo femminile discinto occupa tutta la scena, centrale e di un biancore che risalta in mezzo alle ombre del bosco frondoso, con tutte le altre figure ed elementi che le fanno da contorno. Il piccolo dipinto è stato restaurato e ritelato ad inizio '900.

Nel Carrello

890,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Grande Dipinto con Scena di Genere
ARARNO0198678
Grande Dipinto con Scena di Genere

ARARNO0198678
Grande Dipinto con Scena di Genere

Tecnica mista su tela. La grande scena, dipinta nell' unica gamma del rosso-rosa, vede sulla destra due grandi figure, mentre tutta la parte sinistra è occupata da un paesaggio desertico, con le onde delle dune che si perdono in lontananza. Le due figure rappresentano un cavaliere seduto, con turbante ed abito saraceno, rifocillato da una fanciulla in abiti occidentali, che gli sta porgendo un vassoio carico di cibo, mentre sul piano d'appoggio sottostante si trovano un bacile d'acqua, spighe di grano e frutti vari. Potrebbe trattarsi di una tra le tante rappresentazioni della vicenda di Angelica e Medoro, raccontata dall' Ariosto nell' Orlando Furioso, che dice l'amore tra la fanciulla cristiana e il fante saraceno rimasto ferito in uno scontro, che fuggirono poi insieme nel Catai, scatenando così la pazzia di Orlando. L'opera è presentata in cornice.

Nel Carrello

950,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Dipinto Paesaggio con Rovine e Figure
ARARPI0222519
Dipinto Paesaggio con Rovine e Figure

ARARPI0222519
Dipinto Paesaggio con Rovine e Figure

Olio su tela. Al retro è presente un cartiglio con una vecchia attribuzione a Hubert Robert (1733 -1808), pittore francese che viaggiò in Italia riportandone diversi vedute e scorci pittoreschi, e popolati da rovine architettoniche. In quest'opera, lo scorcio di una campagna collinare, è ambientato in un borgo con casolari e la fontana al centro, in mezzo ai quali si ergono però anche rovine architettoniche classicheggianti: al centro tre colonne di un tempio, più sulla sinistra le rovine di un anfiteatro. Diverse figurine popolari si aggirano tra le strutture. Restaurato e ritelato, il dipinto è presentato in cornice.

Nel Carrello

580,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Dipinto di Vicente March
SELECTED
novità
SELECTED
ARAROT0238017
Dipinto di Vicente March

Il Concertino

ARAROT0238017
Dipinto di Vicente March

Il Concertino

Olio su tela. In basso a destra la firma e la localizzazione Roma. Al retro presente sul telaio etichetta con il nome dell'artista e la dicitura "Chez J. Spiridon, Rue Pigalle, Paris". Presente inoltre sulla cornice etichetta con numero di inventario. L'etichetta rimanda al collezionista francese Joseph Spiridon (1845 -1930), che si dedicò a continuare la raccolta di opere d'arte già iniziata dal padre Georges, acquistando in Italia dal Cardinale Fesch, il prelato di stanza a Roma che fu a sua volta un importante collezionista d'arte. La localizzazione del dipinto a Roma corrisponde al lungo periodo che l'artista valenciano Vicente March trascorse nella capitale, ove era giunto ancora giovane per approfondire la sua formazione artistica. March si distinse in particolare per i dipinti a soggetti folcloristici e per le scene di genere, seguace del costumbrismo, la corrente artistico-letteraria spagnola che prendeva spunto dai costumi e dalle scene di vita popolare. Le sue opere ottennero ampio successo in tutta Europa, finendo in numerose collezioni private. In questo dipinto, di fine qualità, March propone una scena d'interno di ambientazione patrizia, con due fanciulle in abiti settecenteschi che si dilettando suonando il liuto l'una e cantando l'altra; le due figure sono collocate presso una alta finestra lavorata di un un ricco salone, dalle pareti affrescate e arredate con arazzi, con mobili intarsiati e un fine tessuto damascato sul tavolino. Notevole è la capacità di resa pittorica dei particolari e dei dettagli. Il dipinto è presentato in cornice coeva di fine '800.

Nel Carrello

4.560,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Dipinto di Gaston Anglade
ARAROT0235686
Dipinto di Gaston Anglade

Scorcio della Valle della Creuse

ARAROT0235686
Dipinto di Gaston Anglade

Scorcio della Valle della Creuse

Olio su tavola. Firmato in basso a destra. Il pittore francese Gaston Anglade si specializzò in vedute e scorci della Dordogne, dei Pirenei dell'Alsazia. Ricorrenti nella sua produzione queste vedute della valle della Creuse, ricoperta di erica rosa, chiamata "Valle dei pittori", perchè scelta da numerosi pittori impressionisti, e sede della Scuola dei Pittori guidata da Claude Monet. L'opera è presentata in cornice.

Nel Carrello

320,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Dipinto Allegorico
ARTPIT0001237
Dipinto Allegorico

Putti che giocano a Carte

ARTPIT0001237
Dipinto Allegorico

Putti che giocano a Carte

Olio su tela. Nella scena, ambientata in un interno ma con ampia finestra che inquadra un paesaggio, tre putti seduti su panchetti giocano con delle carte, tentando di costruirne un castello. Restaurato.

Nel Carrello

2.100,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Dipinto di Remo Squillantini
ARARCO0222505
Dipinto di Remo Squillantini

Figure

ARARCO0222505
Dipinto di Remo Squillantini

Figure

Olio su tavola. Firmato in basso a destra. Al retro ulteriore firma e numero di registrazione FSC67 presso l'archivio generale delle opere dell'artista. L'opera è corredata di autentica su foto. Remo Squillantini, illustratore pittore, ha realizzato immagini capaci di rendere con efficacia la sua visione del mondo, una visione profondamente malinconica, che l'artista sa rendere con sensibilità e ironica poesia. Squillantini propone un'umanità annoiata, priva di valori e di aspirazioni; i suoi personaggi sono comparse anonime che affollano il palcoscenico della quotidianità, uomini invecchiati e donne sfiorite, senza più sogni, desideri, illusioni. L'opera è presentata in cornice.

Nel Carrello

1.860,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello
Dipinto di Antonio Oberto
ARARNO0222551
Dipinto di Antonio Oberto

Paesaggio con Pastori e Rovine

ARARNO0222551
Dipinto di Antonio Oberto

Paesaggio con Pastori e Rovine

Olio su tavola. Firmato in basso a destra. Antonio Oberto, pittore pavese di stampo post- impressionista, si dedicò al paesaggio ma anche alle decorazioni di edifici pubblici della sua città. Propose soprattutto vedute di Pavia e della campagna pavese lungo il Ticino, raffigurati, attraverso pennellate rapide, in uno stile tardo ottocentesco. E' qui proposto un grande paesaggio lungo il fiume, appunto il Ticino nel suo tratto in pianura, appunto quello che lambisce la città di Pavia; in primo piano, a destra dei resti di strutture neoclassiche, a sinistra due pastori con il gregge. L'opera è presentata in cornice in stile.

Nel Carrello

1.430,00€

Spedizione: Gratis
Nel Carrello