novità

Giampietro Maggi

Case di Ringhiera a Milano 1969

Codice :  ARARNO0098223

non disponibile
novità

Giampietro Maggi

Case di Ringhiera a Milano 1969

Codice :  ARARNO0098223

non disponibile
Dettagli Prodotto

Case di Ringhiera a Milano 1969

Artista:  Giampietro Maggi (1934)

Titolo opera:  Case di ringhiera, Milano

Epoca:  XX Secolo - 1900

Soggetto:  Vedute/Scorci Cittadini

Tecnica artistica:  Pittura

Specifica tecnica:  Olio su Tela

Descrizione:
Olio su tela. Firmato in basso a destra. Al retro ulteriore firma, il titolo e la data. Scorcio della Milano antica, con le sue case di ringhiera dai mille colori. Nato a Milano nel 1934, Giampietro Maggi si è diplomato alla Scuola Superiore dell'Accademia di Brera. Ha partecipato a numerose rassegne nazionali e internazionali ottenendo ambiti riconoscimenti. Nella sua produzione rientrano molti paesaggi e scorci della sua Milano, ma anche le scene di figura e le nature morte rimandano sempre alla vita popolare e al quotidiano. Il dipinto è presentato in cornice, con alcune mancanze.

Condizione prodotto:
Prodotto in buone condizioni, presenta piccoli segni di usura.

Dimensioni cornice (cm):
Altezza: 89
Larghezza: 99
Profondità: 6

Dimensioni opera (cm):
Altezza: 70
Larghezza: 80

Informazioni aggiuntive

Pittura:
La pittura è l'arte che consiste nell'applicare dei pigmenti a un supporto come la carta, la tela, la seta, la ceramica, il legno, il vetro o un muro. Essendo i pigmenti essenzialmente solidi, è necessario utilizzare un legante, che li porti a uno stadio liquido, più fluido o più denso, e un collante, che permetta l'adesione duratura al supporto. Chi dipinge è detto pittore o pittrice. Il risultato è un'immagine che, a seconda delle intenzioni dell'autore, esprime la sua percezione del mondo o una libera associazione di forme o un qualsiasi altro significato, a seconda della sua creatività, del suo gusto estetico e di quello della società di cui fa parte.

Olio su Tela:
La pittura a olio è una tecnica pittorica che utilizza pigmenti in polvere mescolati con basi inerti e oli.

Proposte alternative

Potrebbe interessarti anche

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Ulteriori informazioni. OK